Aggiorna il browser

La tua sicurezza è molto importante per noi. Al fine di proteggere te e i nostri sistemi, stiamo apportando delle modifiche a tutti i siti Web di HSBC; pertanto, alcune delle versioni di browser Web meno recenti non potranno più accedere a questi siti. Generalmente, le ultime versioni di un browser (come Edge, Chrome, Safari, ecc.) e di una famiglia di sistemi operativi (come Microsoft Windows, MacOS) hanno le funzioni di sicurezza più aggiornate.

Se visualizzi questo messaggio, abbiamo rilevato che stai utilizzando un browser meno recente e non supportato. 

Come aggiornare il browser

Cinque in cinque minuti

Cinque analisi in cinque minuti: Azioni globali, Caro vecchio oro, Obbligazioni a breve termine, Donne nei CdA, Eurobond per la difesa e l’energia
11 marzo 2022

    Azioni globali

    Contrariamente a quanto si legge sui giornali, gli investitori non hanno svenduto le loro azioni negli ultimi quindici giorni. Per ogni venditore c’è sempre un compratore. E chi acquista azioni deve essere attratto dai prezzi di offerta. Attualmente, metà delle azioni statunitensi è scambiata a un multiplo P/E medio atteso a 5 anni inferiore a quello pre-Covid. Per quanto riguarda le azioni quotate sugli altri mercati globali, questo dato è prossimo al 70%. Le azioni non statunitensi sono quotate a livelli inferiori anche sulla base del price-to-book ratio e, per un terzo, sono scambiate a una deviazione standard o più al di sotto della stessa media a 5 anni. Come si può vedere nel grafico sottostante, Regno Unito, Giappone, Cina e America Latina guidano la classifica. Intanto, constatiamo che il quintile di azioni globali più costose sulla base degli utili ha perso valore più rapidamente rispetto al quintile delle azioni più convenienti. Una vera attrazione per i guru degli investimenti, anche se il differenziale di multiplo tra i due quintili, pari a 34, è ancora dieci volte al di sopra della media prepandemica. Se prima sostenevamo l’investimento azionario a lungo termine, ora questa raccomandazione è più che mai valida.

    Spunto di conversazione su...azioni globali, azioni dei mercati emergenti, azioni cinesi

    Azioni globali

    Caro vecchio oro

    Proprio quando iniziavate a pensare che l’oro avesse perso il suo fascino (solo adesso i prezzi brillano come un decennio fa), il metallo giallo è tornato a far parlare di sé. Ha persino spodestato il cosiddetto oro digitale dalle prime pagine dei giornali, nonostante le recenti folli oscillazioni delle criptovalute. Infatti, il Bitcoin ha perso oltre il 40% rispetto al picco di novembre, dopo aver guadagnato circa il 60% lo scorso anno. Eppure, è l'apprezzamento relativamente costante dell’oro (+20% negli ultimi 12 mesi) ad averlo portato alla ribalta in un mondo d’incertezza. In base al grafico sottostante, i prezzi hanno seguito puntualmente l’inverso dei rendimenti obbligazionari reali, il che avviene perché l’oro non ha rendimento. Inoltre, con l’impennata dei costi dell’energia che continua ad alimentare l’inflazione (ora all’8% negli Stati Uniti, il picco degli ultimi 40 anni), i rendimenti reali sono saldamente negativi. Peraltro, storicamente l’oro ha sempre sovraperformato le altre materie prime dopo gli shock dei prezzi petroliferi. Perciò, potete comprarvi un bell’orologio nuovo o un grosso gioiello e dire che state semplicemente diversificando il vostro portafoglio di famiglia. Ed è proprio così.

    Spunto di conversazione su...fondi multi-asset attivi

    Caro vecchio oro

    Obbligazioni a breve termine

    La lucentezza e la frivolezza dell’oro non attirano tutti, naturalmente. Ci sono investitori che preferiscono beni rifugio con fattori più calcolabili, come il rendimento e la scadenza. Ma con sei rialzi dei tassi in programma da parte della Fed quest’anno, è dura trovare obbligazioni a lunga duration interessanti, per quanto ci si possa impegnare. Perché non considerare allora le obbligazioni con duration breve? Ora che i rendimenti sono tornati ai livelli pre-pandemici, esse rappresentano un’opzione decisamente valida rispetto alle obbligazioni a scadenza più lunga. Lo si può vedere nel grafico sottostante, dove un tipico indice globale a breve termine ora ha un rendimento dell’1,3% per una duration modificata (indicatore che misura la sensibilità alle oscillazioni dei tassi d’interesse) inferiore a 2. Per un rendimento di soli 50 punti base in più, la duration implicita balza a 7,5, con tutti i rischi a più lungo termine che ne conseguono. Interessante è anche il cosiddetto effetto “pull-to-par”, ovvero la tendenza delle obbligazioni a breve duration a recuperare abbastanza rapidamente durante i sell-off. Questo perché la componente del rischio di credito si riduce per effetto della scadenza residua più breve. Anche nel reddito fisso, dunque, vi sono ancora angoli del mercato che luccicano più di altri.

    Spunto di conversazione su... reddito fisso a breve duration

    Obbligazioni a breve termine

    Donne nei CdA

    Questa settimana abbiamo celebrato la Giornata Internazionale della Donna all’insegna dello slogan (#BreakTheBias, “abbatti i pregiudizi”) che quest’anno invita tutti a schierarsi contro il pregiudizio e la disparità di trattamento nei confronti delle donne. Una buona notizia è che la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen si è detta “sempre più ottimista” riguardo all’adozione entro quest’anno di una direttiva europea sulla rappresentanza femminile all’interno dei consigli d’amministrazione. E le piccole aziende? Guardando al flusso di operazioni di venture capital concluse in Europa da società fondate da imprenditrici (v. sotto), i dati si muovono nella giusta direzione, dato che il 2021 vede un incremento di tali operazioni del 75% rispetto al 2020. In dollari, l’incremento è stato di 5 volte negli ultimi 5 anni. Poiché questo risultato è stato ottenuto senza una normativa specifica, gli investitori probabilmente individuano una correlazione positiva tra la rappresentanza femminile e la performance aziendale. Intanto, da un recente rapporto di Credit Suisse, che ha analizzato oltre 3.000 società quotate in tutto il mondo, è emerso che le migliori performance in termini di rendimenti azionari si trovano nelle società dove vi è una maggiore diversità di genere nei consigli di amministrazione e tra gli alti dirigenti. Non stupisce che gli asset manager (incluso il vostro, in realtà) stiano assumendo impegni con le società partecipate sulla presenza femminile nei CdA.

    Spunto di conversazione su... società quotate e di private equity, venture capital, credito, strategie ESG

    Donne nei CdA

    Eurobond per la difesa e l’energia

    Questa settimana si è diffusa la voce secondo cui l’Unione europea starebbe discutendo l’emissione congiunta di debito per finanziare le infrastrutture energetiche e la difesa. Questo nuovo piano di finanziamenti potrebbe seguire il modello del fondo SURE, implementato nel 2020 in risposta alla pandemia, per il quale sono stati finora raccolti 90 miliardi di euro, come mostra il grafico sottostante. Di certo, i numeri sarebbero altrettanto elevati, se non nettamente superiori questa volta. Ma, qualcuno potrebbe chiedersi, dov’è finito il pacchetto di emergenza da 1.800 miliardi di euro lanciato l’anno scorso? Il ricorso alla spesa ha i suoi vantaggi. Per i neofiti, i paesi europei con costi di finanziamento più alti rispetto all’UE, come la Spagna o l’Italia, potrebbero attingere dal fondo per finanziare la spesa per la difesa esistente e affrontare la crisi energetica a costi inferiori rispetto all’emissione in proprio di obbligazioni, riducendo così le pressioni legate a un’emissione nazionale a breve termine. E con un’inflazione devastante al 5,8%, uno stimolo simile significa che la BCE può concentrare i suoi sforzi di politica monetaria sul contenimento delle pressioni al rialzo dei prezzi. Per gli investitori “green”, sarà interessante vedere quale sarà la loro propensione ad acquistare obbligazioni legate alle armi e all’energia, persino in tempi disperati come questi.

    Spunto di conversazione su... fondi in titoli di Stato, reddito fisso UE, asset di rischio

    Eurobond per la difesa e l’energia


    Solo per investitori professionali

    Per i clienti professionali e intermediari all'interno dei paesi e territori indicati di seguito. Questo documento non deve essere distribuito a clienti / investitori al dettaglio.

    Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono aumentare o diminuire e gli investitori potrebbero non recuperare l'importo originariamente investito. Le performance passate contenute in questo documento non sono un indicatore affidabile delle performance future mentre eventuali previsioni, proiezioni e simulazioni contenute nel presente documento non devono essere considerate come un'indicazione di risultati futuri. Laddove sono detenuti investimenti all'estero, il tasso di cambio può determinare un aumento o una riduzione del valore di tali investimenti. Gli investimenti nei mercati emergenti sono per loro natura a rischio più elevato e potenzialmente più volatili rispetto a quelli inerenti ad alcuni mercati consolidati. Le economie dei mercati emergenti sono generalmente fortemente dipendenti dal commercio internazionale e, di conseguenza, sono state e possono continuare a essere influenzate negativamente da barriere commerciali, controlli sui cambi, aggiustamenti gestiti nei relativi valori valutari e altre misure protezionistiche imposte o negoziate dai paesi e territori con cui commerciano. Anche queste economie sono state e possono continuare a essere influenzate negativamente dalle condizioni economiche nei paesi e territori con cui commerciano. Gli investimenti in fondi comuni di investimento sono soggetti a rischi di mercato, leggere attentamente tutti i documenti relativi al sistema.

    Il contenuto di questo documento non può essere riprodotto o ulteriormente distribuito a qualsiasi persona o entità, in tutto o in parte, per qualsiasi scopo. Tutta la riproduzione o l'uso non autorizzati di questo documento saranno sotto la responsabilità dell'utente e potrebbero condurre a procedimenti legali. Il materiale contenuto in questo documento è solo a scopo informativo generale e non costituisce un consiglio o una raccomandazione per l'acquisto o la vendita di investimenti.

    Alcune delle dichiarazioni contenute in questo documento possono essere considerate dichiarazioni previsionali che forniscono aspettative o previsioni attuali di eventi futuri. Tali dichiarazioni previsionali non sono garanzie di prestazioni o eventi futuri e comportano rischi e incertezze. I risultati effettivi possono differire materialmente da quelli descritti in tali dichiarazioni previsionali a causa di vari fattori. Non ci assumiamo alcun obbligo di aggiornare le dichiarazioni previsionali contenute nel presente documento o di aggiornare i motivi per cui i risultati effettivi potrebbero differire da quelli previsti nelle dichiarazioni previsionali. Il presente documento non ha valore contrattuale e non è in alcun modo inteso come una sollecitazione, né una raccomandazione per l'acquisto o la vendita di qualsiasi strumento finanziario in qualsiasi giurisdizione in cui tale offerta non sia lecita. Le opinioni espresse nel presente documento sono quelle di HSBC Asset Management al momento della preparazione e sono soggette a modifiche in qualsiasi momento. Queste previsioni potrebbero non indicare necessariamente la composizione dei portafogli attuali. I singoli portafogli gestiti da HSBC Asset Management riflettono principalmente gli obiettivi dei singoli clienti, le preferenze di rischio, l'orizzonte temporale, la liquidità del mercato e i mercati esteri o emergenti. Gli investimenti nei mercati esteri comportano rischi come fluttuazioni dei tassi di cambio, potenziali differenze nelle politiche contabili e fiscali, nonché possibili rischi politici, economici e di mercato. Questi rischi sono maggiori per gli investimenti nei mercati emergenti che sono anche soggetti a maggiore illiquidità e volatilità rispetto ai mercati esteri sviluppati.

    Questo commento è solo a scopo informativo. È una comunicazione di marketing e non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione a qualsiasi lettore di questo contenuto per acquistare o vendere investimenti né dovrebbe essere considerato come una ricerca di investimento. Non è stato preparato in conformità con i requisiti legali preparati per promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non è soggetto ad alcun divieto di negoziazione prima della sua diffusione. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per l'accuratezza e / o la completezza delle informazioni di terzi ottenute da fonti che riteniamo affidabili ma che non sono state verificate in modo indipendente. HSBC Asset Management è un gruppo di società in molti paesi e territori in tutto il mondo che sono impegnati in attività di consulenza in materia di investimenti e gestione di fondi, che alla fine sono di proprietà di HSBC Holdings Plc. (Gruppo HSBC). HSBC Asset Management è il marchio per l'attività di gestione patrimoniale del Gruppo HSBC. La comunicazione di cui sopra è distribuita dalle seguenti entità:

    • In Finlandia, Norvegia, Danimarca e Svezia da HSBC Asset Management (Francia), una società di gestione del portafoglio autorizzata dall'autorità di regolamentazione francese AMF (n. GP99026) e attraverso la filiale di Stoccolma di HSBC Asset Management (Francia), regolata da l'autorità svedese di vigilanza finanziaria (Finansinspektionen);
    • In Francia, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo, Portogallo, Grecia da HSBC Asset Management (Francia), una società di gestione del portafoglio autorizzata dall'autorità di regolamentazione francese AMF (n. GP99026);
    • In Italia e Spagna da HSBC Asset Management (Francia), una società di gestione del portafoglio autorizzata dall'autorità di regolamentazione francese AMF (n. GP99026) e attraverso le filiali italiane e spagnole di HSBC Asset Management (Francia), regolate rispettivamente da Banca d'Italia e Commissione Nazionale per la Società e la Borsa (Consob) in Italia, e la Commissione Nazionale del Mercato di Valores (CNMV) in Spagna;
    • In Svizzera da HSBC Asset Management (Switzerland) AG le cui attività sono regolate in Svizzera e le cui attività sono, ove applicabile, debitamente autorizzate dall'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari. Destinato esclusivamente a investitori qualificati ai sensi dell'Art. 10 cpv. 3, 3bis e 3ter del Federal Collective Investment Schemes Act (CISA);

    Copyright © 2022. HSBC Asset Management (Francia). Tutti i diritti riservati.