Aggiorna il browser

La tua sicurezza è molto importante per noi. Al fine di proteggere te e i nostri sistemi, stiamo apportando delle modifiche a tutti i siti Web di HSBC; pertanto, alcune delle versioni di browser Web meno recenti non potranno più accedere a questi siti. Generalmente, le ultime versioni di un browser (come Edge, Chrome, Safari, ecc.) e di una famiglia di sistemi operativi (come Microsoft Windows, MacOS) hanno le funzioni di sicurezza più aggiornate.

Se visualizzi questo messaggio, abbiamo rilevato che stai utilizzando un browser meno recente e non supportato. 

Come aggiornare il browser

Informativa sulla Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR)

Articolo 4 - Come consideriamo i principali impatti negativi delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità

HSBC Asset Management è impegnata a giocare un ruolo di leadership sul fronte dell’investimento responsabile. Questa posizione è corroborata dalla nostra Politica di Investimento Responsabile, che delinea il nostro approccio all’investimento responsabile. Inoltre, la nostra Politica di Investimento Responsabile definisce l’approccio che assumiamo per individuare e affrontare i principali effetti negativi per la sostenibilità e la modalità con cui consideriamo i rischi di sostenibilità ambientali, sociali e di governance societaria (ESG), poiché essi possono avere un impatto negativo sui titoli nei quali investiamo attraverso i nostri fondi. Utilizziamo fornitori terzi incaricati dello screening volto a identificare le società e i governi che denotano un track record scadente nella gestione dei rischi ESG e, nel caso in cui siano individuati dei potenziali rischi significativi, conduciamo anche una nostra due diligence.   Gli impatti sulla sostenibilità identificati mediante lo screening assumono una valenza chiave nel nostro processo decisionale in materia di investimento e, a loro volta, supportano anche la consulenza che offriamo ai nostri clienti.

L’approccio da noi assunto e indicato in precedenza comporta che, tra gli altri aspetti, esaminiamo attentamente:

  1. l’impegno delle società per una transizione verso un più basso tenore di carbonio, l’adozione di sani principi sul versante dei diritti umani e dell’equo trattamento dei dipendenti, l’implementazione di rigorose prassi di gestione della catena di approvvigionamento volte a, tra le altre cose, ridurre il lavoro forzato e quello minorile.  Inoltre prestiamo grande attenzione alla solidità della governance societaria e delle strutture politiche che includono il livello di indipendenza del consiglio di amministrazione, il rispetto dei diritti degli azionisti, l’esistenza e l’implementazione di rigorose politiche di lotta alla corruzione, in aggiunta agli audit trail; e
  2. L’impegno dei governi sul fronte della disponibilità e della gestione delle risorse (tra cui, i trend demografici, il capitale umano, l’istruzione e la sanità), le tecnologie emergenti, le normative e le politiche governative (tra cui, il cambiamento climatico e la lotta alla corruzione), la governance e la stabilità politica.

Consideriamo la stima e la valutazione di tali aspetti come degli elementi chiave della nostra analisi precedente all’investimento e del monitoraggio del rischio su base continuativa.  Laddove la nostra analisi evidenzi delle prassi inadeguate, consideriamo il rischio e il potenziale impatto delle suddette carenze.  Agiamo in questo modo poiché se i rischi ESG non sono gestiti adeguatamente dalle società e dai governi in cui investiamo, la loro redditività potrebbe subire delle ripercussioni, con un conseguente potenziale impatto per i rendimenti degli investimenti dei nostri clienti. A volte la nostra analisi precedente all’investimento potrebbe individuare dei rischi che ci impediscono di investire in alcune società o in taluni titoli di Stato. Nel caso in cui il nostro monitoraggio del rischio su base continuativa identifichi dei rischi, potremmo assumere un orientamento volto a “non effettuare ulteriori investimenti”, operare una riduzione della nostra posizione in essere o, in casi estremi, potremmo optare per la vendita degli investimenti da noi detenuti.

Crediamo fortemente nell’impatto e nell’efficacia dell’engagement quale strumento per migliorare le pratiche aziendali e pertanto instauriamo un dialogo costruttivo con le società nelle quali investiamo.  Se comprendiamo che una qualsiasi tra le suddette società presenta dei rischi di sostenibilità, applichiamo esclusioni selettive che vengono riviste su base continuativa.  Instauriamo inoltre un dialogo costruttivo direttamente con la dirigenza della società per affrontare le aree di criticità. La nostra Politica di Engagement racchiude ulteriori informazioni su questo argomento ed è disponibile sul nostro sito web.

Siamo impegnati ad applicare e a promuovere gli standard globali.  Sul fronte della nostra Politica di Investimento Responsabile ci focalizziamo su degli ambiti fondamentali che identifichiamo nei dieci principi del Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC).  Questi principi includono dei rischi non finanziari, quali i diritti umani, il lavoro, l’ambiente e la lotta alla corruzione.  Siamo inoltre firmatari dei Principi di Investimento Responsabile delle Nazioni Unite. Tutto ciò costituisce il quadro che utilizziamo nel nostro approccio all’investimento attraverso l’identificazione e la gestione dei rischi di sostenibilità.   Infine, siamo sostenitori degli Accordi di Parigi sul clima, un trattato internazionale siglato nel 2015, che impegna i paesi ad una transizione verso un'economia con minori emissioni di carbonio.

Articolo 3 - Trasparenza delle politiche in materia di rischi per la sostenibilità.

Intendiamo sostenere il successo dei nostri stakeholder: i nostri clienti, azionisti, le società in cui investiamo e il pianeta in cui viviamo.  Puntiamo a generare valore concentrandoci sulle esigenze di investimento dei clienti, realizzando la nostra filosofia di eccellenza negli investimenti e supportando la transizione verso un futuro sostenibile.

HSBC Asset Management è impegnata a giocare un ruolo di leadership sul fronte dell’investimento responsabile.  Di conseguenza, le nostre decisioni di investimento in qualità di Gestore tengono conto dei significativi rischi ambientali, sociali e di governance societaria (ESG).  Se i Governi e le società in cui investiamo non gestiscono bene i rischi ESG, la loro redditività potrebbe subire delle ripercussioni, con un conseguente potenziale impatto sui rendimenti degli investimenti dei nostri clienti. Dal momento che forniamo unicamente indicazioni in qualità di Consulenti finanziari per i soggetti che investono nei nostri fondi, le nostre indicazioni includono già i rischi ESG tenuti in considerazione dai nostri gestori.

La nostra Politica di Investimento Responsabile delinea il nostro approccio all'investimento responsabile, che si focalizza sui dieci principi del Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC). Il Global Compact stabilisce quattro aree di rischio non finanziario: diritti umani, lavoro, ambiente e lotta alla corruzione. Utilizziamo fornitori terzi incaricati dello screening volto a identificare le società che denotano un track record scadente nelle suddette aree. Nel caso in cui siano individuati dei potenziali rischi non finanziari, conduciamo anche una nostra due diligence.

Crediamo inoltre che sia un nostro dovere essere garanti attivi e a lungo termine delle società in cui investiamo per conto dei nostri clienti. Periodicamente teniamo delle riunioni con le suddette società, nel quadro del nostro monitoraggio continuo. Tutto ciò ci aiuta a:

  • migliorare la nostra comprensione delle loro attività commerciali e strategie;
  • esprimere sostegno o segnalare le criticità che riscontriamo nelle decisioni del management; e
  • comunicare con le società per illustrare in modo chiaro i nostri obiettivi e aspettative. 

Riconosciamo l’engagement collaborativo quale strumento efficace per promuovere il cambiamento, soprattutto laddove l’azione del singolo investitore potrebbe risultare meno efficiente.  Pertanto, partecipiamo a iniziative congiunte di engagement condotte dagli investitori che sono in linea con le nostre partecipazioni e priorità tematiche, in particolar modo negli ambiti in cui crediamo di apportare un’influenza positiva nel miglioramento delle società in cui investiamo.

Crediamo fortemente nell’impatto e nell’efficacia dell’engagement nel miglioramento delle pratiche aziendali.  Tuttavia, riconosciamo che in alcuni casi l’engagement presenti poche possibilità di successo oppure il rischio insito nell’investire in una determinata società sia troppo elevato.   Se comprendiamo che il nostro engagement con le società in cui investiamo non sta apportando un sufficiente progresso nella riduzione dei rischi di sostenibilità, applichiamo esclusioni selettive che vengono riviste su base continuativa. 

Infine, riteniamo che la trasparenza e l’informativa siano elementi fondamentali di una buona governance;  sono aspetti che ci aspettiamo di trovare nelle società in cui investiamo, poiché ci consentono di attuare decisioni di investimento più adeguatamente informate. Al tempo stesso, crediamo che sia altrettanto importante per noi essere trasparenti nei confronti dei nostri clienti e principali stakeholder , adottando una comunicazione chiara con loro.

Politiche

Politica di voto globale


Politica di Investimento Responsabile


Procedure di implementazione della Politica di Investimento Responsabile


Politica sulla biodiversità


Politica sui cambiamenti climatici


Politica di voto per l’Europa


Politica sulle armi proibite


Rapporti

Montreal Carbon Pledge